Analytics é una piattaforma (gratuita) per monitorare il traffico dei visitatori al tuo sito, capirne il comportamento, dall’acquisizione ai click, alle pagine di uscita.

Non è un programma da installare, è una piattaforma che raccoglie dati dal sito una volta “configurato un codice di monitoraggio”. Il codice di monitoraggio è un codice

Si può immaginare come un telescopio o un radar puntato verso un pianeta. Il pianeta è il tuo sito e quello che raccoglie il telescopio sono istanti di quello che succede sulla superficie, da dove arrivano le astronavi a cosa fanno sul pianeta e quando partono.

Alcuni esempi di quello che che analytics permette di monitorare: dati anagrafici (anonimizzati nel rispetto della privacy), frequenza di rimbalzo dei visitatori, durata media, numero totale dei visitatori, click effettuati,  file scaricati, percentuale di visite (e valori assoluti) di quanti utenti sono provenienti da social network, comparazione di dati tra periodi temporali diversi, modelli di attribuzione e molto ancora.

Alcune funzionalità che ne hanno decretato il successo: creazione di obiettivi personalizzati (utenti che compiono azioni/eventi o raggiungono determinate pagine), capacità di monitoraggio in tempo reale, integrazione con i servizi di advertising di google Adwords, integrazione con la Search Console..

Come si installa? Due modi principali:

inserendo un codice (script) in tutte le pagine del sito web (o in una unica parte della pagina che però viene caricata in tutte le altre pagine automaticamente)

inserendo una codice (script) diverso da quello del punto precedente, chiamato Google TAG Manager, e creando il primo Tag.

Su WordPress come si installa?

1) si può installare utilizzando andando a inserire il codice di monitoraggio all’interno del codice php che il sito utilizza (tipicamente all’interno del file header.php)

2) Usando un plugin (NK Google Analytics, Duracell’s Tomi…)

La seconda soluzione è più semplice.

Utilizzare il Google TAG manager (Duracell’sTomi plugin) per installare google Analytics è lievemente più lungo, ma permette potenzialità maggiori: una volta configurato il tag manager si possono installare “tag” multipli, non solo quello di analytics, senza passare dal codice sorgente del sito.

Esempio: installare il tracking pixel di Facebook o il codice di monitoraggio per campagne di remarketing di google Adwords è più comodo tramite Tag Manager, in quanto con un solo plugin (duracell’s tomi), e tre Tag, si ottiene lo stesso risultato che installare tre diversi plugin o tre diversi codici di monitoraggio all’interno del sito.